• (+39) 375 5138757
  • info@leadleaders.it
CONTATTACI
Menu | lead leaders
CONTATTACI
toggle menu
avere successo seo on page: scopri come scrivere contenuti di qualità e ottimizzati per i motori di ricerca

SEO on page – come avere successo

Tecniche e trucchi per avere successo con la SEO on page

Vuoi avere successo con la SEO on page e, dunque, offrire al tuo pubblico contenuti di qualità e ottimizzati per i motori di ricerca? Leggi la nostra guida e scoprirai alcuni trucchi per improntare e organizzare la tua content strategy.

Il blog è una risorsa fondamentale… se aggiornato!

Il blog è una risorsa fondamentale per la SEO on page. A patto, però, che venga aggiornato con costanza. Devi, dunque, inserire sul tuo blog contenuti di qualità ma dovrai farlo non una tantum! Aggiorna costantemente il tuo blog. Pianifica la realizzazione dei post e, soprattutto, scrivi contenuti che possano essere utili per il tuo target.

Title e Meta Description: per i motori di ricerca ma soprattutto per gli utenti!

Title e Meta Description sono i due elementi centrali dell’ottimizzazione dei contenuti sul web. Il Tag Title è quello che compare in SERP e può essere cliccato per accedere dal browser di ricerca direttamente al sito web. Non conosci il significato della parola SERP? Ti rimandiamo al nostro articolo su cos’è la SERP.

La meta description è un elemento del codice HTML che serve a fornire delle brevi ma chiare indicazioni sui contenuti di una pagina web. Anche la meta description è presente in SERP, nello spazio immediatamente sottostante il title.

Le keywords devono comparire sia nel title che nella meta description. In questo modo, infatti, i motori di ricerca faranno meno fatica a comprendere il contenuto della pagina. Non limitarti, però, ad una semplice operazione meccanica. Devi scrivere anche per i motori di ricerca ma non solo. Guarda sempre agli utenti e, dunque, inserisci Tag Title e Meta Description accattivanti e che, dunque, spingano le persone a cliccare.

URL, intestazioni e immagini

Ottimizza gli URL, includendo le parole chiave e separandole con il trattino. Evita URL troppo lunghi e fai in modo che esse siano in linea con le impostazioni e la struttura del tuo sito web. Con le intestazioni torniamo a parlare di elementi del codice HTML. Grazie a questi attributi è possibile indicare il titolo principale e gli altri sotto-titoli. I tag di intestazione, oltre a risultare fattori importanti di posizionamento, garantiscono al lettore una fruizione migliore dei contenuti di una pagina web.

L’intestazione h1 è la più importante perché racchiude l’argomento della pagina. Cerca di includere le parole chiave sia nel tag h1, sia nelle eventuali ulteriori intestazioni. Fallo, però, in modo naturale, senza forzare la mano.

Anche i tag delle immagini sono importanti. Ci riferiamo, in particolar modo, al Tag Alt. Non commettere l’errore di includere soltanto le parole chiave. Descrivi, anche in maniera sintetica, elementi che possano essere utili sia agli utenti che ai motori di ricerca. Cerca di rinominare il file dell’immagine. Meglio avere un file nominato in questo modo: “seo-on-page.jpg”, piuttosto che IMG334567.JPG.

Prima il contenuto, poi le keywords!

Non fossilizzarti sulle keywords. Quelle sono importanti, non lo nascondiamo. Cerca, però, di scegliere le keywords in funzione dell’argomento che vuoi trattare e non viceversa.

Una volta che hai scelto l’argomento, puoi concentrarti anche sulle parole chiave e su come distribuirle lungo tutto il testo. Non esiste un’indicazione quantitativa precisa sull’utilizzo delle parole chiave. Certo è che devi fare molta attenzione al modo in cui le utilizzi. Cerca sempre di salvaguardare la qualità e la correttezza grammaticale e sintattica del contenuto. Non disseminare le tue keywords a caso e in maniera incoerente perché Google non ti premierà. In questo modo sarà più facile riuscire ad avere successo con i tuoi contenuti e le tue te

Se conosci bene l’argomento che stai trattando vedrai che non avrai difficoltà a scrivere il contenuto e ad inserire le parole chiave. Cerca, laddove possibile, anche delle variabili alle principali keywords. Evidenzia, magari in grassetto, le keywords ma fallo una sola volta per ogni keywords. Non evidenziare sempre la stessa o le stesse parole. Laddove ti appresti ad indicare una lista di elementi fallo utilizzando elenchi puntati o numerati.

Frasi brevi ma articoli lunghi

Privilegia frasi e periodi brevi. Ricorda che la lettura su schermo è più faticosa di quella su carta. Dunque, non puoi affaticare i lettori con periodi lunghissimi e parole dal significato non intuitivo. Ovvio che molto dipende anche dal tipo di pubblico a cui ti rivolgi. In linea generale, però, è sempre meglio immaginare il proprio contenuto per un pubblico di cultura medio-bassa. E’ il modo migliore per evitare di scrivere in maniera romanzesca e noiosa.

Ci preme, però, fare una precisazione. Scrivere frasi brevi non significa realizzare un articolo breve. Anzi, più lungo e dettagliato è il tuo articolo, maggiori sono le possibilità di posizionarlo bene sui motori di ricerca. Certo è che dovrai dimostrare una profonda conoscenza dell’argomento, offrendo spunti nuovi ed interessanti. Non tornare sempre sugli stessi punti per “allungare il brodo”.

 

Ti abbiamo spiegato come avere successo con la SEO on page. Se qualcosa non ti è chiaro puoi contattarci senza alcun problema. Se, invece, vuoi rivolgerti a noi per servizi SEO completi e altamente professionali non esitare a farlo. Ricordati che per te, GRATIS, è a disposizione un servizio di consulenza gratuito sul tuo sito web. Cosa significa tutto questo? Vuol dire che potrai inviarci una richiesta indicando il tuo sito web. Noi lo visiteremo e faremo un’analisi per cercare di capire su cosa bisognerà, eventualmente, intervenire per avere successo sul web.

Lead Leaders è al tuo fianco per aiutarti ad ottenere il successo che meriti!

 

Il video consigliato (SEO on page)

 

ELEVA IL TUO BUSINESS!

Per te, GRATIS, un servizio di consulenza sul tuo sito web.












CONTATTACI